Parziale delusione FIAIP – rigettato l’emendamento che vieta alle banche l’intermediazione immobiliare

Le ultime modifiche al ddl concorrenza per FIAIP (Federazione italiana agenti immobiliari), non e’ del tutto soddisfacente, infatti, si dichiara soddisfatta per la modifica della norma sul deposito prezzo presso il notaio, ma critica la decisione di rigettare l’emendamento che metteva uno stop all’intermediazione immobiliare delle banche.

Fiaip – si legge in un comunicato – si dichiara soddisfatta per la modifica della norma sul Deposito del Prezzo presso il notaio, inserita nel Ddl Concorrenza, che diventa volontario e lascia alle parti contraenti la libertà di scegliere in piena autonomia come gestire la propria compravendita immobiliare dal notaio. Posizione auspicata da tempo dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali.

Per i professionisti dell’immobiliare – veder respinto invece l’emendamento presentato che prevedeva l’esclusione delle banche all’esercizio dell’attività di intermediazione immobiliare, è grave poiché non si sono comprese fino in fondo le conseguenze nefaste per il settore e per i consumatori, senza, oltretutto, tener conto di quanto prevedano le leggi in vigore per il settore creditizio.

Una vittoria parziale per Fiaip è l’avere evitato il totale e possibile condizionamento da parte delle banche nelle società di avvocati , ha continuato Paolo Righi. Accogliamo con favore, il fatto che siano stati definiti anche i limiti all’ingresso di soci di capitale negli studi legali, limitando così la partecipazione degli stessi a quote di minoranza. Ormai, da anni, persiste nel nostro Paese la chiara volontà di alcune lobby, tese a spingere i professionisti Italiani a diventare “imprese”, per concentrare le professionalità in pochi oligopoli.

E’ evidente a tutti che la pressione dei grandi gruppi finanziari e industriali per soppiantare le professioni, come quella degli agenti immobiliari e dei mediatori, si è manifestata chiaramente nel nostro Paese con il Ddl Concorrenza”.

Ora il provvedimento passerà al Senato e Fiaip, continuerà a lavorare a difesa della professionalità e dei consumatori, tutelando sempre l’indipendenza e la terzietà dei professionisti italiani.

Zefiro Srl - Via Circonvallazione Italia, 50 40017 San Giovanni in P. (BO)
Tel. 051.6871185, Fax. 051.821440 - Partita Iva: 02583901208

Sito internet realizzato da Sangria Design